menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine dell'albero sui tralicci telefonici

Un'immagine dell'albero sui tralicci telefonici

Gioi Cilento, albero da due mesi sui tralicci della linea telefonica

Il sindaco Andrea Salati richiama l'attenzione della Telecom affinchè l'area sia prontamente messa in sicurezza. L'albero si è spezzato per il vento a metà giugno e non è stato ancora rimosso

Dopo il palo dell'Enel pericolante con cabina annessa, questa volta è emergenza per un traliccio della Telecom nel comune di Gioi Cilento. Il sindaco Andrea Salati, a mezzo comunicato stampa, richiama l'attenzione su di un albero che, spezzatosi a causa del forte vento lo scorso mese di giugno, è finito su alcuni tralicci della linea telefonica.

“Le avversità atmosferiche e i forti venti che hanno colpito il paese – spiega Salati confortato dalla segnalazione dell’ufficio tecnico comunale – verso metà giugno hanno causato lo sradicamento di una pianta di alto fusto che si è abbattuta su un palo Telecom che si trova al di sotto di piazza San Francesco nelle immediate vicinanze del quattrocentesco convento francescano”.

Il sindaco precisa di aver già avvisato i tecnici della Telecom e che gli stessi hanno già compiuto un sopralluogo in zona, evidenziando la necessità di intervenire per mettere in sicurezza l'area: "Purtroppo è passato più di un mese dal sopralluogo – denuncia il sindaco – e non si è visto più nessuno. Evidentemente la vicenda è finita nel dimenticatoio”.

L'albero si trova su dei tralicci della linea telefonica e sotto di loro c'è la strada denominata San Francesco - Selva dei monaci trafficata soprattutto, si legge nella nota, dai cittadini che si recano in campagna. Inoltre l'albero, si legge nella nota, si trova nei pressi della piazzetta adiacente il convento, che il sindaco ha "dovuto chiudere per motivi di sicurezza e i cittadini si trovano così privati di uno spazio verde che è sfruttato soprattutto nelle calde serate d’estate".

Ma la protesta del sindaco Andrea Salati non si esaurisce qui: "Mi rivolgo inoltre alla Telecom affinchè sia rimossa una rete che è poggiata su una vecchia torre sempre in località San Francesco. Questa rete – aggiunge – fa da tirante ed ha già causato gravi danni e dissesti alla muratura con pericolo di immediati crolli della struttura”.

In questo caso, nota il sindaco, oltre alla primaria questione della pubblica sicurezza e incolumità si rischia anche di perdere un prezioso reperto archeologico. “Chiedo – conclude Salati – alla Telecom di prodursi nel più breve tempo possibile nel ripristino dello stato dei luoghi, altrimenti mi vedo costretto a percorrere altre strade per tutelare la cittadinanza di Gioi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento