Natale e Capodanno, a Salerno: stop alla musica dal vivo e guai seri per chi somministra alcol ai minori

I gestori che saranno beccati a somministrare alcolici a minori di 16 anni, rischiano l’arresto

Niente musica dal vivo nel giorno delle vigilie di Natale e Capodanno, per contrastare le emissioni di decibel oltre i limiti. Il Comune di Salerno, infatti, ha disposto il divieto di effettuare musica dal vivo e con casse stereo nei locali del centro e della zona orientale in  occasione dei festeggiamenti del pre-cenone di Natale e Capodanno.

I divieti e i rischi

Tuttavia, i divieti, potrebbero essere rivisti, in caso di un nuovo regolamento sulla musica. Circa il consumo di alcolici, come riporta Il Mattino, chi sarà trovato a vendere alcolici in bottiglie e bicchieri rischia una sanzione di 500 euro. Infine, i gestori che saranno beccati a somministrare alcolici a minori di 16 anni, rischiano l’arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ceraso e Montano Antilia: stop a eventi e chiusura dei negozi

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • "Non comunicano i loro rientri dal Nord": la denuncia dei salernitani e l'appello di un cittadino "autoisolato"

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Malore per una ragazza asiatica a Salerno, tensione nei pressi del Vestuti

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

Torna su
SalernoToday è in caricamento