Maltempo in vista, la Campania "divisa" tra l'allerta arancione e la gialla

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato l'allerta meteo arancione sull'intero territorio regionale a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani

Maltempo in vista, in Campania: la Protezione Civile della Regione Campania ha emanato l'allerta meteo arancione sull'intero territorio regionale a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani. L'avviso arancione riguarda le zone 1,2,3,5 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 5: Tusciano e Alto Sele), mentre sulle restanti aree è di colore giallo.

Le previsioni

Nelle zone di allerta Arancione si prevedono, in particolare, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio e temporale, localmente di forte intensità, in attenuazione dal pomeriggio-sera di domani, venerdì 5 giugno. E, ancora, venti forti da Sud con locali raffiche nei temporali, mare agitato con possibili mareggiate lungo e coste esposte fino al mattino. Il conseguente rischio è di tipo Idrogeologico diffuso. Tra i possibili rischi, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango, significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione, nonchè allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno e  inondazione delle aree anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti) e, infine, cadute massi in più punti del territorio.

L'allerta gialla

Nelle zone di allerta Gialla si prevedono, invece, Precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio e temporale, localmente di moderata intensità, in attenuazione nella seconda parte della giornata di domani, locali raffiche nei temporali, con possibili ruscellamenti superficiali e fenomeni di trasporto di materiale, possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno, scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse. Ancora, possibili cadute massi in più punti del territorio e fenomeni franosi superficiali legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, in bacini di dimensioni limitate. Si raccomanda prudenza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento