Fase 2, ambulatori ancora chiusi al Ruggi: in corso lo studio del protocollo da attivare

Polichetti (Fials): "La priorità, in questa fase 2 così delicata, è la sicurezza, per cui serve mettere a punto un protocollo specifico per riaprire gli ambulatori, evitando contagi"

Ancora chiusi, gli ambulatori del Ruggi, come anche quelli privati convenzionati con la struttura ospedaliera di via San Leonardo.  La motivazione risiede nel fatto che risulta, ad oggi, in corso lo studio per il protocollo sanitario da attuare per garantire le prestazioni dei pazienti in sicurezza. Non solo: si sta pensando anche alla modalità di "reclutamento" dei pazienti in base a criteri che consentano di escludere il rischio di contagi. Prima di riattivare le prestazioni, infatti, è necessario sapere quali pazienti siano in condizioni di accedervi: probabilmente, si ricorrerà ad un triage telefonico per verificare eventuali stati febbrili o tosse nelle persone che necessitano di visite ambulatoriali.

Gli accertamenti precauzionali

In caso tali pazienti dovessero presentare sintomi sospetti da Covid-19, dovranno essere prima sottoposti agli esami sierologici ed eventualmente al tampone: ignorare questo fondamentale "passaggio" significherebbe, infatti, accogliere possibili vettori del virus e trasformare gli ambulatori in focolai, con una riesplosione dell'emergenza. Proprio per scongiurare tale situazione, inoltre, è opportuno anche individuare locali idonei per ospitare i pazienti che dovranno, inoltre, essere distanziati sia fisicamente che nel tempo durante i turni delle visite.

Parla il dottor Mario Polichetti, responsabile alla Sanità della Fials:

"C'è tutta la volontà di riaprire gli ambulatori, ma al momento c'è una difficoltà operativa dovuta alla necessità di anteporre distanziamento e attente strategie di prevenzione a tutto il resto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La priorità, in questa fase 2 così delicata, è la sicurezza, per cui serve mettere a punto un protocollo specifico per riaprire gli ambulatori, evitando contagi e scongiurando una non osservanza delle regole che potrebbe avere conseguenze disastrose".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Grande attesa a Fisciano, apre il Parco Commerciale "Le Cinque Porte"

  • Allerta meteo in Campania, i sindaci salernitani chiudono le scuole: ecco i comuni

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

  • Covid-19: riaprono le elementari e il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento