menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una protesta Isochimica

Una protesta Isochimica

Muore per l'amianto: non ce l'ha fatta un ex-operaio dell'Isochimica

La malattia, secondo quanto hanno denunciato i familiari, sarebbe da mettere in relazione alla lunga esposizione all'amianto cui sono stati sottoposti i lavoratori di "Isochimica"

Viveva con la sua famiglia a Mercato San Severino, l'ex operaio dell' "Isochimica" spirato questa mattina. Nel mirino, l'azienda dell'imprenditore Elio Graziano che scoibentava le carrozze ferroviarie nello stabilimento di Avellino: Alberto Oliviero, di 55 anni, aveva lavorato lì dal 1983 al 1988, quando l'azienda, che lavorava per conto delle Ferrovie dello Stato, venne chiusa dalle autorità sanitarie.  Ammalato alcuni anni fa di tumore all' intestino, Alberto era stato sottoposto ad un intervento chirurgico.

Secondo i familiari, il decesso dell'uomo sarebbe da mettere in relazione alla lunga esposizione all'amianto: diversi, gli ex operai affetti da patologie derivanti da asbestosi, prodotta dall'inalazione di fibre di amianto. Nove, gli ex operai morti negli anni scorsi. Indaga, dunque, la Procura di Avellino sul caso, mentre i 116 operai chiedono il pre pensionamento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento