Anatra rischia di soffocare per un contenitore di plastica: l'inciviltà che uccide nel salernitano

Il fatto si è verificato a Silla di Sassano: a salvare il pennuto, i vigili del fuoco

E' la mano dell'uomo, ancora una volta, a far danni. In questo pomeriggio, a Silla di Sassano, all’interno della Villa Comunale “Paolo Borsellino”, una delle anatre che vivono nel laghetto è rimasta incastrata con il becco in un recipiente di plastica gettato in acqua da qualche incivile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il salvataggio

Come riporta Ondanews, il pennuto stava per essere soffocato dal contenitore: alcuni passanti, dunque, hanno allertato i Vigili del Fuoco che, giunti sul posto con rapidità, l'hanno bloccata e salvata. L'atto vandalico di ignoti, dunque, stava per costare la vita all'ennesimo animale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento