menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Angri, risparmi su sepolture e tumulazioni: obbligo di firma per il custode indagato

L'uomo era stato sospeso insieme ad un collega, con provvedimento a tempo indeterminato per truffa, violazione di sepolcro, abuso d'ufficio e falso

E' stato sottoposto all'obbligo di firma, in sostituzione della sospensione dal ruolo di custode del cimitero comunale, un uomo di Angri, finito nell'indagine per truffa e falso condotta dai carabinieri. Ad accogliere l'istanza del difensore, il gip Luigi Levita. L'uomo era stato sospeso insieme ad un collega, con provvedimento a tempo indeterminato per truffa, violazione di sepolcro, abuso d'ufficio e falso

L'indagine

Sono 23 i capi d'accusa formulati contro i due, con l'inchiesta del pm Angelo Rubano concentrata su un presunto giro di illeciti commessi nella gestione dei servizi cimiteriali. I due sono ritenuti essere al centro di uno dei tre filoni portati avanti dalla procura. Stando alle accuse, si sarebbeo accordati con altre persone, parenti dei defunti, "profittando delle condizioni di fragilità legate ai momenti di lutto", intascando somme che non corrispondevano al dovuto e lucrando sul servizio pubblico. Il raggiro prevedeva false dichiarazioni di residenza dei morti per corrispondere cifre inferiori a quanto previsto per tumulazione e sepoltura. Decisive, per le indagini, risultano le attività di intercettazioni dei carabinieri, con una serie di sopralluoghi al cimitero di Angri. Gli altri due filoni portati avanti, in parallelo, riguardavano invece spaccio di droga per altri indagati ed un'emergenza sanitaria nello stesso campo santo, con contestuali sequestri preventivi della magistratura

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Salute

Open day per Pfizer a Roccadaspide e per Moderna a Cava: le date

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento