menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falso invito da Facebook per una festa, 14enne violentata ad Angri

La ragazza, originaria di Sant'Antonio Abate, è stata sottoposta all'iter sanitario che ha accertato la presenza di tracce di violenza

L'invito ingannevole ad una festa, attraverso una conversazione in chat su Facebook. Una 14enne caduta nel tranello dell'orco, che avrebbe poi abusato di lei.

E poi la corsa nella notte di ieri all'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, insieme alla madre. «Mi hanno violentata» ha affermato una ragazzina di 14 anni, sotto choc al pronto soccorso dell'ospedale stabiese. Un impeto di lacrime e sgomento, prima di lasciarsi andare al racconto. La ragazza, originaria di Sant'Antonio Abate, è stata sottoposta all'iter sanitario che ha accertato la presenza di tracce di violenza.

Ad ingannarla, secondo la sua versione dei fatti, sarebbe stato l'invito ad una festa ad Angri, avvenuto in chat. In quella casa, però, in base al racconto della ragazza, avrebbe trovato soltanto il suo carnefice, che la avrebbe poi violentata. Ad avviare le indagini è stata la polizia di Angri, che ha raccolto per ora soltanto la denuncia della ragazza, assistita da una psicologa che l'ha aiutata a spiegare nel dettaglio l'accaduto. Le indagini mirano ora ad identificare il presunto stupratore e se ad attirare la ragazza ci sia stato anche qualcuno di sua conosceza
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento