Cronaca Angri

Investe amico della moglie in autostrada, condanna definitiva in Cassazione

La condanna, definita con un patteggiamento, era di 4 anni e 8 mesi, con l'accusa di tentato omicidio

Diventa definitiva la condanna per un 40enne, che il 26 febbraio del 2017 investì in autostrada un uomo, con la sua auto. La condanna, definita con un patteggiamento, era di 4 anni e 8 mesi. L’accusa era di tentato omicidio. La vittima riportò un trauma cervicale, escoriazioni al volto e alla mano, una frattura del perone e del malleolo, oltre a lesioni ai legamenti.

Il tentato omicidio

Il fatto si consumò sull’autostrada A3, nel tratto tra il casello di Nocera e quello di Angri, in direzione Napoli. La vittima, mentre guidava, aveva salutato con un cenno la ex moglie dell’uomo, avvistata in un’auto che aveva da poco sorpassato. I due erano amici da diversi anni. Dopo poco, avvistò una seconda auto, guidata dall’ex marito della donna, che prima gli avrebbe impedito il sorpasso, poi lo investì. Poco prima dell’evento, la vittima sarebbe stata anche minacciata in una fase precedente, quando si fermò ad una piazzola di sosta. L’uomo fece un volo di circa dieci metri dalla sua Hornet. L’imputato, invece, aveva ripreso la corsa. La Cassazione ha reso definitiva la pena, respingendo il ricorso della difesa presentato per presunti vizi tecnici, non riconosciuti dalla Suprema Corte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investe amico della moglie in autostrada, condanna definitiva in Cassazione
SalernoToday è in caricamento