Botte alla madre di 73 anni, voleva soldi ogni giorno: a processo angrese

I primi episodi risalgono al 2016, fino alla denuncia presentata dalla donna, vittima di una pressione psicologica continua, fatta di offese, minacce e botte subite dal proprio figlio

Minacce di morte per ottenere soldi dalla madre, finisce nei guai un 50enne di Angri, accusato di estorsione nei confronti del genitore di 73 anni. L'uomo è stato raggiunto dalla richiesta di rinvio a giudizio

La storia

I primi episodi risalgono al 2016, fino alla denuncia presentata dalla donna, vittima di una pressione psicologica continua, fatta di offese, minacce e botte subite dal proprio figlio. L'uomo, durante le sue sfuriate, avrebbe danneggiato più volte anche suppellettili e oggetti di arredamento, lanciandoli spesso anche all'indirizzo della donna, fino a farla cadere a terra per potersi poi impossessare dei soldi. L'imputato risponde anche di maltrattamenti. La prima denuncia arrivò nel 2019, seguita da diverse integrazioni in ragione della reiterazione dei comportamenti violenti del figlio, ora atteso dal giudizio del gip in udienza preliminare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • De Luca sul Covid: "In Campania non si andrà nelle seconde case", poi annuncia i lavori a Salerno e Battipaglia

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento