Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Maltratta e offende il figlio minore affetto da problemi di udito: condannata

La coppia, durante i fatti, era separata. Il piccolo era stato affidato all'imputata. Le motivazioni saranno depositate entro 90 giorni

Una donna residente nell'Agro nocerino è stata condannata a 2 anni e 6 mesi di reclusione, con l'accusa di maltrattamenti verso il figlio piccolo. I fatti vanno dal 2012, con la condotta "perdurante" addebitata all'imputata, che avrebbe maltrattato più volte il figlio, offendendolo e denigrandolo, sebbene lo stesso fosse affetto da difficoltà uditive.

La condanna

Il bimbo sarebbe stato anche offeso per questo suo handicap, poi vessato psicologicamente affinchè cominciasse a nutrire sentimenti non certo positivi verso l'altro genitore. Su induzione della madre. Questo per almeno cinque anni, fino alle denunce dell'altro genitore, che diedero il via alle indagini. Il minore, oggi maggiorenne, aveva confermato le accuse anche in dibattimento. Serviranno novanta giorni, ora, per conoscere le motivazioni della condanna. La coppia, durante i fatti, era separata e alla madre era stato affidato il piccolo, che avrebbe dunque vissuto insieme a lei per diverso tempo, prima di separarsi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltratta e offende il figlio minore affetto da problemi di udito: condannata

SalernoToday è in caricamento