Cronaca

Angri, rapina al tabaccaio studiata nei particolari: resta in carcere uno dei coinvolti

Depositate le motivazioni della Cassazione che ha respinto il ricorso per G.F. , l'angrese già condannato, insieme ad altri, per una rapina mai consumata

"Il piano era pronto in ogni dettaglio, i componenti avevano anche iniziato ad attuarlo e l'azione aveva significative possibilità di conseguire l'obiettivo, non realizzato solo grazie alle forze dell'ordine". Così la Cassazione sulla conferma del carcere per G.F. , l'angrese già condannato, insieme ad altri, per una rapina mai consumata verso un tabaccaio di Angri

Il colpo

Il blitz delle forze dell'ordine fu coordinato dal pm Davide Palmieri della procura di Nocera Inferiore. Il gruppo è stato riconosciuto colpevole in primo grado, circa due mesi fa, a Nocera Inferiore. Attraverso intercettazioni e pedinamenti, i carabinieri erano riusciti a ricostruire tutta l'azione preparatoria finalizzata al colpo, con tanto di veicolo rubato a Vietri sul Mare. La vittima era stata seguita per diversi giorni, mentre i componenti della banda si erano coperti testa e volto con abiti pesanti. Un particolare che destò attenzione negli inquirenti, in ragione del periodo estivo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angri, rapina al tabaccaio studiata nei particolari: resta in carcere uno dei coinvolti

SalernoToday è in caricamento