Rissa tra genitori ad Angri: quattro feriti in ospedale

Il violento litigio, scoppiato per futili motivi, è andato in scena nella zona Fondo Messina. Su quanto accaduto indagano le forze dell'ordine

Momenti di tensione, giovedì sera, nella zona di Fondo Messina ad Angri, dov’è scoppiata una violenta rissa tra quattro persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La dinamica

In particolare, al termine di un litigio verbale, due coppie sono passate dalle parole alle mani. Secondo una prima ricostruzione pare che la lite sia scoppiata dopo che il figlio di una coppia, che stava giocando in strada, sia stato rimproverato dagli altri genitori coinvolti nella rissa. Una donna ha riportato anche una ferita da arma da taglio. Ferite, seppur in maniera meno grave, le altre tre persone. Tutti e quattro sono stati trasportati in ospedale per gli accertamenti. Su quanto accaduto indagano le forze dell’ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

  • Regionali 2020, plebiscito per De Luca in Campania: i risultati definitivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento