rotate-mobile
Cronaca Angri

Traffico di prodotti in farmacia ad Angri, Cassazione conferma misure del giudice

La Cassazione ora ha blindato la misura del Riesame per le due donne, rigettando il ricorso dei rispettivi legali

La Cassazione ha confermato le misure del divieto di dimora emesse dai giudici del tribunale del Riesame per due donne, coinvolte nell’indagine che ricostruisce una serie di furti in associazione a danno di una farmacia di Angri. 

L'indagine

I giudici hanno ravvisato motivazione e ricostruzione congrua e motivata da parte dei giudici del tribunale della libertà, confermando le emergenze cautelari per la gravità delle condotte commesse e la struttura organizzata dei reati eseguiti dall’interno della struttura commerciale. In particolare, le due, in concorso con altri soggetti, sono al centro dell’indagine basata su un traffico illecito di sciroppi, pillole, blister, con la successiva fase di simulazione della vendita di medicinali, in realtà portato ad altri. Secondo le accuse si registravano vere e proprie ordinazioni, con alla base un sistema capeggiato da una dipendente addetta alle vendite. Quest'ultima, era impegnata a ricevere ordini di diversi farmaci, con dei consigli sui medicinali, tutto via telefono, documentato dalle intercettazioni raccolte dalla polizia giudiziaria. Dalle telecamere con immagini acquisite vennero messe infila immagini inequivocabili che mostravano la stessa recarsi sul retro della farmacia e riporre prodotti e medicinali dal tavolo alla tasca dei pantaloni. Gli atti giudiziari ricostruiscono incontri programmati, appuntamenti concordati per portare «gli scatoli», con compiti assegnati di ritiro, e le immagini a mostrare il materiale medicinale infilato in borsa di soppiatto. Dalle intercettazioni emergevano le richieste di prescrizioni mediche per proseguire il giro illecito, con un vero e proprio asse di complicità e spalleggiamenti. La Cassazione ora ha blindato la misura del Riesame per le due donne, rigettando il ricorso dei rispettivi legali

Colpo in farmacia, si indaga

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di prodotti in farmacia ad Angri, Cassazione conferma misure del giudice

SalernoToday è in caricamento