Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Angri, finti annunci e vendite fasulle: nei guai coppia di truffatori

I due avrebbero messo in vendita attraverso l'iscrizione ad un gruppo Facebook merce che in realtà non veniva mai spedita. Uno dei due si spacciò per carabiniere, minacciando anche le vittime che chiedevano spiegazioni

Truffato via internet: tra le vittime anche un imprenditore di Angri. Due persone nate ad Ivrea ma residenti a Montaldo Dora in Piemonte sono attese da un processo davanti al gup del Tribunale di Aosta. I due avrebbero messo in vendita attraverso l'iscrizione ad un gruppo Facebook - "Navigando-Regalando "- un cellulare iphone 7 senza possederlo materialmente. Al prezzo di 550 euro. Diverse le vittime finite nell'inganno. In un caso, il reato fu commesso inviando al compratore ignaro la foto di una tessera sanitaria con riferimenti telefonici per fornire un'immagine di serietà nella vendita dell'oggetto. Inoltre, i due si erano anche spacciati per carabinieri e chiesero una ricarica da 350 euro mediante carta postepay. La vittima ne effettuò cinque complessive da 300 e 280 euro. Mettendo insieme quasi 1400 euro. Eppure i venditori sostennero di non aver mai ricevuto alcuna somma di denaro

La vittima chiese spiegazioni ma fu prima minacciato dall'uomo - "domani procedo nei tuoi confronti" - e poi anche dalla donna, "sei andato a denunciare mio marito che è nell'Arma, sei ridicolo, ti aggiusta lui per le feste, poppante, ti saluto". Nel secondo caso, invece, l'accusa riguarda la sola contestazione di truffa per un raggiro consumato ai danni di un'altra vittima. Stavolta per un telefono cellulare, sempre inesistente e messo in vendita a 100 euro. Un terzo caso, invece, toccò un cittadino di Angri che versò 300 euro per un telefono. Anche lui fu poi minacciato con riferimenti al fatto di aver creato problemi ad un carabiniere (falso), con tanto di minacce subite verso i propri figli. Tutte le denunce sono finite in un procedimento, diventato ora richiesta di processo per i due O.C.M. e R.I.M. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angri, finti annunci e vendite fasulle: nei guai coppia di truffatori

SalernoToday è in caricamento