"Gli animali vanno difesi": a Salerno nasce The Save Movement

L'associazione ha già promosso tre veglie, una delle quali nei pressi del mattatoio di Atena Lucana. Sensibilizza i cittadini e si impegna a diffondere anche la cultura del rispetto dell'ambiente

Un'immagine della conferenza stampa di presentazione

"Sentiamo gli animali che si lamentano, un attimo prima di essere uccisi. Scene terribili, vite strappate al desiderio di libertà". Le parole di Chiara Della Pepa, Responsabile The Save Movement Sezione di Salerno, non lasciano indifferenti. Ospitata dal Comune di Salerno, insieme agli altri attivisiti, la volontaria presenta alla stampa e alla città la nuova associazione che si è costituita ad ottobre 2018 e che ha già organizzato tre veglie di protesta, una delle quali presso il mattatoio di Atena Lucana

Il progetto

"Promuoviamo uno stile di vita vegano per combattere i cambiamenti climatici - commenta - A Salerno abbiamo fatto indagini sui mattatoi e quello più attivo si trova nel Vallo di Diano. Gli animali vogliono vivere in libertà, non vogliono essere uccisi. Hanno  sentimenti come noi, provano amore e felicità. Il cambiamento climatico è strettamente connesso a questo fenomeno e al nostro stile di vita: cicli di produzione intensivi, allevamenti intensivi, natura violentata. Informiamo per far capire che la nostra dieta ha un impatto enorme sul cambiamento. Stiamo portando avanti anche una campagna d'informazione sulla deforestazione dell'Amazzonia. Il movimento è attivo a Salerno da ottobre 2018 e abbiamo proposto anche giornate Natale senza sofferenza, chiedendo ai nostri cittadini di mangiare sano". A Salerno sono nate le tre realtà da pochissimi mesi: “Salerno Animal Save”, “Salerno Climate Save” e “Salerno Health Save”. Ecco Simone Scampoli, Responsabile The Save Movement worldwide network. "Il movimento nasce a Toronto con due fondatori: una persona e un cane. L'opinione pubblica deve capire che c'è bisogno di una svolta. La sofferenza inflitta agli animali è pazzesca. Incontriamo queste vite e le portiamo in giro, attraverso i racconti e le testimonianze. Vogliamo che si sapapia da dove proviene ciò che vediamo sugli scaffali e mettiamo sul piatto".

Il saluto delle istituzioni

Alla conferenza di presentazione erano presenti anche gli assessori comunali Angelo Caramanno e Mariarita Giordano. "Network internazionale che apre una sezione a Salerno. Gli animali vanno rispettati - spiega Giordano -. Chi non è vegano e vegetariano deve tener conto comunque di un'etica della morte. Dovremmo essere sempre attenti a qualsiasi essere vivente. Questa dovrebbe essere la regola che ci accompagna nella nostra quotidianità". 

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • 5 consigli di bellezza per far durare a lungo la tinta per capelli anche d’estate

I più letti della settimana

  • Maxi Concorso Regione Campania, pubblicati i primi due bandi: tutte le info

  • Arriva in ospedale con i testicoli lesionati: la madre sporge denuncia

  • Dramma ad Eboli, infermiera si toglie la vita: si indaga

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Temporali e raffiche di vento in provincia di Salerno: ecco le previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento