menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei Pastori Tedeschi

Uno dei Pastori Tedeschi

Animali maltrattati e imprigionati: denuncia choc della Lav di Salerno

Nonostante appaiano chiari gli estremi per il sequestro degli animali al loro "sbadato" proprietario, nulla è cambiato dalla denuncia sporta dagli animalisti

Una storia che suscita non pochi interrogativi, quella che da Salerno, ha raggiunto e interessato la sede nazionale della Lav di Roma. In un comune della nostra provincia, infatti, giunse alla Lega Anti Vivisezione una richiesta di aiuto per due pastori tedeschi ed un cavallo, costretti a vivere in condizioni pietose in un recinto. "Arrivati sul posto, stentavamo a credere che quelle bestiole fossero ancora vive - raccontano i volontari - I corpicini dei due cani mangiati da parassiti, zecche, pulci, rogna e leishmania non curate. Il cavallo sofferente, privo di acqua, privo di un riparo: i loro occhi imploravano pietà. Avevano lo sguardo stanco di chi ormai non riesce più a sopportare il dolore fisico dovuto agli stenti, alla sete, alle ferite infette, ai parassiti che divorano le carni dall’interno".

"Abbiamo portato loro acqua tutti i giorni, più volte al giorno. Gli abbiamo donato carezze, abbiamo fatto sentire loro che non erano soli, gli abbiamo promesso che li avremmo tirati fuori da quell’inferno. Abbiamo provato ad ottenere risposte dal presunto proprietario: continuava a rassicurarci dicendo che le bestiole erano da lui curate e accudite a dovere - continuano gli animalisti -  Insieme all’ufficio legale della LAV, a Ilaria Innocenti settore cani e gatti LAV, a Nadia Zurlo settore equidi LAV, abbiamo sporto denuncia presso il comando della Guardia Forestale di Salerno. Perché sì, esiste, al di là di ogni valore etico e morale che ognuno può avere o meno, una legge; la famosa legge 189 del 2004 che sanziona con la reclusione e con una multa chiunque maltratti gli animali o ne cagioni la morte. Aggiungiamo poi che al di là delle attuali disposizioni normative, i cani sono sprovvisti di microchip e il cavallo non risulta iscritto all’anagrafe equina".

Nonostante appaiano chiari gli estremi per il sequestro degli animali al loro sbadato proprietario, però, nulla è cambiato dalla denuncia.  "Ieri, uno dei due pastori tedeschi è stato trovato fuori dal recinto, agonizzante, paralizzato, con una lesione alla colonna vertebrale, bacino rotto e con un blocco renale - riprendono dalla Lav - Da aggiungere al pietoso stato di salute in cui si trova da ormai troppo tempo. E’ stato investito, e anche in questo caso la legge, per loro, non viene applicata. Chiamasi omissione di soccorso. Siamo intervenuti noi e lo abbiamo ricoverato. Le sue condizioni sono però gravissime. Attualmente restano imprigionati in quel maledetto recinto pieno di parassiti un altro cane e un cavallo".  Oltre a ringraziare la disponibilità del Corpo forestale dello Stato e dei veterinari che si recano con loro sul posto, dunque i volontari della Lav invitano tutti i cittadini e tutte le associazioni ad unirsi a questa battaglia: quegli animali meritano aiuto concreto. Per informazioni e adesioni, è possibile contattare la Lav di Salerno sul gruppo Facebook.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento