Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Annamaria Ascolese è morta: fu sparata dal marito carabiniere

Era una insegnante e responsabile del plesso elementare di Frattocchie, in Lazio. Originaria di Sarno, era anche impegnata in difesa dei diritti delle donne

Annamaria Ascolese non ce l'ha fatta: la donna ferita dai colpi di pistola sparati dal marito Antonio Boccia, è morta stamattina all'ospedale San Camillo di Roma. Ha lottato strenuamente, coinvolta in una tragedia familiare. Il coniuge, un carabiniere di 57 anni, l'aveva inseguita all'interno dell'abitazione, dopo una lite. Dopo averle sparato, l'uomo si era a propria volta suicidato nell'abitazione di Marino, nel Lazio.

Le origini

Entrambi di Sarno, lui vicebrigadiere  in servizio presso la direzione centrale del servizio antidroga e lei una insegnante e responsabile del plesso elementare Anna Frank di Frattocchie, ma anche impegnata in difesa dei diritti delle donne, avevano lasciato l'Agro e si erano trasferiti alle porte della capitale. I proiettili esplosi dal carabiniere le avevano trafitto petto, coscia e braccio.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annamaria Ascolese è morta: fu sparata dal marito carabiniere

SalernoToday è in caricamento