rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Centro / Piazza Giovanni Amendola

Salerno, in piazza Amendola per ricordare Giovanni Falcone e Melissa Bassi

Cgil, Cisl e Uil con studenti e associazioni sono scesi in piazza per ricordare le vittime di tutte le stragi nell'anniversario della morte di Giovanni Falcone, della moglie e degli uomini della scorta

Una manifestazione per ricordare l'anniversario della morte di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli uomini della scorta e per ricordare tutte le stragi e le loro vittime. Non ultimo un ricordo per la giovane Melissa Bassi, morta nei giorni scorsi a Brindisi in seguito ad un attentato sul quale indaga la magistratura. Cgil, Cisl e Uil si sono radunate davanti alla prefettura, in piazza Amendola, insieme a studenti e associazioni, per manifestare. Presente anche la referente di Libera Salerno Annamaria Torre: "Vedo un fermento nei giovani ma noi adulti dobbiamo essere credibili. Noi non dimentichiamo. Le idee di persone come Falcone rimangono nel nostro operato e camminano sulle nostre gambe". Il segretario generale della Cisl di Salerno, Giovanni Giudice, ha affermato: "Siamo qui oggi per non dimenticare tutte le stragi e lo siamo in tutte le piazze d'Italia. Oggi si manifesta per la democrazia".

"Il mondo dei lavoratori - ha aggiunto Anselmo Botte della Cgil Salerno - è contro ogni forma di terrorismo. Ricordiamo oggi anche l'attentato vergognoso successo a Brindisi e aspettiamo con ansia di sapere quale sia la matrice". Secondo il segretario generale Uil Salerno, Gerardo Pirone, "uomini come Falcone e Borsellino rappresentano la bandiera più alta della dignità dell'uomo". Tanti gli studenti in piazza. In tarda mattinata, i rappresentanti sindacali con una delegazione di studenti sono stati accolti dal prefetto, Gerarda Maria Pantalone.

LA MARCIA DELLA LEGALITA' A BARONISSI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno, in piazza Amendola per ricordare Giovanni Falcone e Melissa Bassi

SalernoToday è in caricamento