menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Va in trasferta a Blera per conoscere l'amante virtuale, finisce in manette

La donna, conosciuta on line, gli aveva scritto di non andare perché il marito si era accorto di tutto: un 30enne salernitano è però partito e, respinto dalla donna, è stato arrestato per resistenza dai carabinieri

Doveva "semplicemente" incontrare una donna conosciuta in chat via facebook ma, dopo 400 chilometri, è stato respinto dalla donna conosciuta on line ed è stato arrestato per resistenza ai carabinieri. Un 30enne salernitano è partito mercoledì alla volta di Blera, in provincia di Viterbo, per incontrare la donna. Che però, la sera prima, gli aveva scritto via sms di non recarsi a Blera, disdicendo l'appuntamento, perché il marito si era insospettito. Nulla da fare: il salernitano è comunque partito e giovedì si è recato presso il negozio della donna, che però si è fatta trovare in compagnia della sorella. le donne hanno avvisato l'uomo che i rispettivi mariti, al corrente di tutto, lo stavano cercando: avrebbe fatto meglio ad andarsene.

L'uomo avrebbe però iniziato a piantare grane così da portare la donna ad avvertire i carabinieri. I militari lo hanno trovato poco dopo nella piazza principale del paese, ubriaco, seduto a terra: l'uomo ha quindi strattonato i carabinieri e questo lo ha portato dritto all'arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Al giudice Gaetano Mautone, si legge su Il Messaggero, l'uomo ha detto: "Lei era consenziente, per questo quando mi ha detto di andarmene ci sono rimasto male. Poi, siccome di solito non bevo, me la sono presa coi carabinieri. Perdonatemi".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento