menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il castello del principe Arechi

Il castello del principe Arechi

Arechi II: la storia del primo principe longobardo di Salerno

Pur essendoci stati insediamenti etruschi e romani si può benissimo affermare che l'identità di Salerno sia nata con il principe longobardo Arechi II che, verso la fine dell'VIII secolo, decise di trasferire la propria corte da Benevento a Salerno

Pur essendoci stati insediamenti etruschi e romani si può benissimo affermare che l'identità di Salerno sia nata con il principe longobardo Arechi II che, verso la fine dell'VIII secolo, decise di trasferire la propria corte da Benevento a Salerno. Arechi era un nobile longobardo, probabilmente di origine friulana o parente del duca beneventano Liutprando, sposò Adelperga, figlia del re Desiderio e divenne duca di Benevento tramite la nomina regale al posto del ribelle Liutprando.

Alla caduta di re Desiderio nel nord dell'Italia, per mano di Carlo Magno, Arechi si ritrovò ad essere duca di un vasto territorio e ad essere il più importante nobile longobardo non sottomesso ai franchi. Decise, quindi, di assumere il titolo di principe e di trasferire la propria corte nella vicina Salerno dove portò un periodo di splendore e costruì, oltre alla cinta muraria ed al Castello che tutt'oggi sovrasta la città, anche una bellissima reggia che oggi sopravvive tramite la Cappella palatina di San Pietro a corte. Nel corso della sua carriera di regnante prestò obbedienza ma non si sottomise ai franchi e divenne un prezioso alleato dell'Impero romano d'oriente. Morì poco prima di stringere una formale alleanza con i bizantini che venne suggellata dalla moglie Adelperga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento