rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Cava de' Tirreni

Caso Arianna Manzo di Cava, si va verso accordo stragiudiziale: De Luca scrive all'avvocato di famiglia

n primo grado l'Aorn Cardarelli è stato condannato a risarcire tre milioni di euro e attualmente è in corso il processo di secondo grado, a Salerno

Buone notizie per Arianna Manzo, la 15enne di Cava de' Tirreni vittima, a Napoli, di un caso di malasanità quando aveva appena tre mesi: a seguito delle sollecitazioni dell'avvocato Mario Cicchetti, legale dei genitori della ragazzina che ormai vive su una sedia a rotelle, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha fatto sapere che "all'esito degli approfondimenti tecnici svolti dai competenti uffici aziendali risulta confermata la disponibilità alla definizione stragiudiziale della controversia, sulla base delle risultanze della Ctu (consulenza tecnica, ndr) espletate in giudizio di Appello...".

Il processo

In primo grado l'Aorn Cardarelli è stato condannato a risarcire tre milioni di euro e attualmente è in corso il processo di secondo grado, a Salerno. "Lo scorso venerdi' sera - fa sapere l'avvocato Cicchetti - ho ricevuto la risposta del presidente De Luca. Ora non rimane che concretizzare un accordo in tempi rapidissimi - aggiunge il legale della famiglia Manzo - un'intesa con la Regione e il Cardarelli che ponga come base, come indicato dal presidente già nel luglio 2020, la nota sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Salerno nei confronti del Cardarelli per 3 milioni di euro perchè, diversamente e nonostante siano trascorsi piu' di dieci anni dall'inizio della causa che la piccola e i suoi genitori sono stati costretti ad istruire, la famiglia non accetterà ulteriori posticipazioni o somme inferiori e attenderà la pronuncia di Appello".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Arianna Manzo di Cava, si va verso accordo stragiudiziale: De Luca scrive all'avvocato di famiglia

SalernoToday è in caricamento