rotate-mobile
Cronaca

Presta soldi a un barista e poi lo costringe a chiudere l'attività per gli "interessi": arrestato un usuraio a Salerno

L'arrestato ha percepito in contanti 33mila e 600 euro in circa 2 anni, con un importo mensile di 1.400 euro corrisposti in due tranches di 700 euro nei giorni 2 e 18 di ogni mese

E' stato arrestato questa mattina L.B., classe '94, su richiesta della Procura, come disposto dal Gip Marilena Albarano. L'ipotesi a suo carico è di usura aggravata ai danni del titolare di un bar a Salerno che, a causa di difficoltà economiche acuitesi per la pandemia, si era rivolto al giovane ottenendo un prestito di 8mila euro, da restituirgli con un interesse del 20% su base mensile. 

Le indagini

Grazie agli approfondimenti condotti dal Nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza, è stato possibile riscontrare che, a fronte del prestito di 8mila euro, l'arrestato ha percepito in contanti 33mila e 600 euro in circa 2 anni, con un importo mensile di 1.400 euro corrisposti in due tranches di 700 euro nei giorni 2 e 18 di ogni mese. L.B. continuava a chiedere somme di denaro e ad avere contatti telefonici con la vittima anche dagli arresti domiciliari a cui era sottoposto per reati simili. La vittima era stato costretto a chiudere il suo bar per le richieste dell'usuraio. I controlli delle fiamme gialle e della magistratura continuano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presta soldi a un barista e poi lo costringe a chiudere l'attività per gli "interessi": arrestato un usuraio a Salerno

SalernoToday è in caricamento