L’arte dei pizzaiuoli è patrimonio dell'Unesco: soddisfatta la Cna di Salerno

La decisione della commissione riunita arriva alle 4 del mattino: tavoli in strada, esibizioni acrobatiche e abbracci fra gli addetti ai lavori: "Gesti, canzoni, espressioni e gergo sono patrimonio culturale", si legge nella motivazione

Vito De Vita

Con una decisione arrivata in tarda notte, la commissione Unesco riunita a Jeju, in Corea del Sud, ha riconosciuto l'arte dei pizzaiuoli napoletani come patrimonio dell'umanità. Si tratta del 58esimo riconoscimento all'Italia. 

Si legge nella motivazione: "Il know-how culinario legato alla produzione della pizza, che comprende gesti, canzoni, espressioni visuali, gergo locale, capacita' di maneggiare l'impasto della pizza, esibirsi e condividere è un indiscutibile patrimonio culturale. I pizzaiuoli e i loro ospiti si impegnano in un rito sociale, il cui bancone e il forno fungono da "palcoscenico" durante il processo di produzione della pizza. Cio' si verifica in un'atmosfera conviviale che comporta scambi costanti con gli ospiti. Partendo dai quartieri poveri di Napoli, la tradizione culinaria si e' profondamente radicata nella vita quotidiana della comunità. Per molti giovani praticanti, diventare Pizzaiuolo rappresenta anche un modo per evitare la marginalità sociale"“

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento

Soddisfazione viene espressa anche dalla Cna di Salerno attraverso il portavoce regionale del settore Horeca e coordinatore territoriale agroalimentare Vito De Vita: “La pizza - dichiara - non a caso è tra le poche parole al mondo che non necessitano di traduzione e la Confederazione degli artigiani che rappresento ha sostenuto concretamente questa battaglia, aderendo alla petizione mondiale e contribuendo alla raccolta delle firme". Un risultato che dimostra come l’Italia, quando riesce a fare sistema superando localismi e particolarismi, sia capace di vincere sfide anche molto difficili e - conclude - è su questa strada che dobbiamo continuare promuovendo iniziative e sforzi congiunti per tutelare l'artigianalità di questo mestiere anche da un punto di vista amministrativo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento