Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Partorisce in casa e va al Ruggi, la neonata rischia di morire per raggiungere il Nido

Come racconta La Città, l’unico ascensore del pronto soccorso riservato solo al personale per il ricovero o il trasporto dei pazienti nei reparti non era libero

Dramma sfiorato a Salerno: una 17enne ha partorito in casa e, una volta giunta al pronto soccorso del Ruggi, la neonata ha rischiato di morire durante il trasporto al Nido, al sesto piano della struttura per le cure adeguate. Come riporta La Città, martedì sera la piccola è venuta alla luce con una settimana d’anticipo rispetto al previsto: la giovane madre si è recata intorno alle 22.30 in ospedale, accompagnata da un'amica. La neonata era avvolta in un asciugamano insanguinato ed aveva ancora la placenta sul corpicino oltre che liquido amniotico in bocca. Dopo che al Pronto Soccorso sono stati provvidenzialmente ristabiliti i parametri vitali della piccola, per quest'ultima è stato disposto il trasferimento al Nido per l’incubatrice. Ma l’unico ascensore del pronto soccorso riservato solo al personale per il ricovero o il trasporto dei pazienti nei reparti non era libero.

I sanitari sono stati costretti, non potendo perdere tempo prezioso, a compiere un lungo e tortuoso percorso per raggiungere il Nido. Salvarle la vita è stata davvero una questione di minuti. Ad ogni modo, alla luce di questo episodio, è emerso che il pronto soccorso appena inaugurato non sembra prevedere collegamenti rapidi con importanti reparti di ricovero e assistenza che, per le condizioni dei pazienti, richiedono tempi brevissimi di trasferimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partorisce in casa e va al Ruggi, la neonata rischia di morire per raggiungere il Nido
SalernoToday è in caricamento