menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asl Salerno, finiti i fondi: bambini disabili restano senza cure

A denunciare il nuovo blocco delle prestazioni per i minori con gravi disabilità è la casa di cura “Villa dei Fiori”, che evidenzia come ad oggi siano ben diciassette le strutture accreditate che hanno terminato il budget messo loro a disposizione

Centinaia di bambini salernitani rimangono senza terapie per l’esaurimento dei fondi dell’Asl. A denunciare il nuovo blocco delle prestazioni per i minori con gravi disabilità è la casa di cura “Villa dei Fiori” di Nocera Inferiore, che sottolinea come ad oggi siano ben diciassette le strutture accreditate che hanno terminato il budget messo loro a disposizione. I vertici dell’Asl sono già al lavoro per ottenere un aumento dei tetti di spesa promesso dalla Regione Campania di cui, almeno finora, non vi è traccia.

I disagi

Nel distretto 60 (che comprende i comuni di Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Roccapiemonte, Castel San Giorgio) sarebbero 200 i bambini rimasti senza terapie dal mese di settembre. Ma la problematica riguarderebbe anche altre zone della provincia. Complessivamente sarebbero diciassette i centri che hanno superato il tetto di spesa assegnato, ossia il 60 % della riabilitazione di tutta l’Asl.

I fondi

Nel mirino finiscono i fondi regionali. L’Asl di Salerno ha per la riabilitazione un budget inferiore alla media della Campania: mentre la media di spesa pro-capite regionale è di 37,78 euro, per l’Asl salernitana è di 33,19 e per alcuni distretti, come il 60, è ancora inferiore, 26.70.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento