menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assembramenti nella movida di Nocera, Torquato: "Alcuni locali andrebbero chiusi a vita"

Attraverso un video pubblicato sui social, il sindaco ha annunciato la linea dura rimproverando chi, nonostante contagi e decessi per il Covid, continua a non rispettare le regole

Giovani assembrati nei locali e sui marciapiedi del centro, talvolta anche senza mascherina, in barba a tutte le normative in vigore anti-Covid. E’ quanto sta accadendo, ormai da giorni, a Nocera Inferiore. Per questo, oggi, attraverso un video pubblicato sui social, il sindaco Manlio Torquato ha annunciato la linea dura rimproverando chi, nonostante contagi e decessi per Covid, continua a non rispettare le regole. 

Lo sfogo 

Quello del primo cittadino nocerino, che si dice “indignato”, è un vero e proprio sfogo: “Siamo in una sorta di liberi tutti, gli appelli al buon senso non trovano una risposta soprattutto da parte di giovani e di alcuni esercizi di somministrazione”. Si riferisce, in particolare, agli assembramenti della Galleria del Corso: “Ho già inviato le opportune segnalazioni sia alla Polizia Locale che alla Polizia di Stato, anche alla luce di un video che sta girando da cui si evince un indecente raggrupparsi di giovani nelle ore serali all’interno di un locale”. Annuncia la linea dura, quindi, anche contro titolari e gestori della movida che violano le norme anti-Covid: “Le sanzioni arriveranno, ma non possiamo penalizzare anche i tanti locali che rispettano le regole. Altri, invece, meriterebbero la chiusura a vita”. Per Torquato “non c’è coscienza. Il senso di irresponsabilità è assurdo, anche da parte di alcuni esercizi”. Quanto alle vaccinazioni si sta procedendo senza problemi: “Gli sforzi sono fortissimi, ma tutto ciò non ha senso se vediamo centinaia di persone intende a consumare bevande dentro un localino di pochi metri quadri senza mascherine. Non ha senso se questi giovani si ritirano rischiando di infettare i familiari. Tornare a casa e sapere che il proprio caro si può ammalare e morire pare che non tocchi nessuno”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento