Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Assenteismo al Ruggi: chiuse le prime indagini, 14 nel mirino della Procura

Il sostituto procuratore Francesco Rotondo ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari a 14 dei circa 500 indagati

Chiuso il primo blocco di indagini sullo scandalo assenteismo che ha travolto l’azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona. Il sostituto procuratore Francesco Rotondo, titolare del fascicolo, ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a 14 dei circa 500 indagati, alias i dipendenti ospedalieri che si sarebbero assentati dal nosocomio pur risultando presenti, grazie a colleghi compiacenti che timbravano il cartellino.

Truffa ai danni dello stato e false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo del badge: queste le ipotesi di reato contestate ai quattordici dipendenti incastrati dalle immagini delle telecamere puntate su due macchinette marcatempo. Come riporta La Città, si tratta di Carmine De Chiaro, Santo Pepe, Elena D’Ambrosio, Marisa Palo, Vincenzo Califano, Carmela Di Palo, Ciro Cucciniello, Luisa Gargano, Enrico Severino, Francesco Fasano, Antonio Criscuolo e Lucia Griello. A questi si aggiungono due indagati non colpiti in precedenza da provvedimenti: Raffaele Aulicino e Giovanni Caputo. Per sette dei quattrodici indagati, ad ogni modo, sulla scorta degli atti della procura e dell’ordinanza di misura cautelare, sono scattati i licenziamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assenteismo al Ruggi: chiuse le prime indagini, 14 nel mirino della Procura
SalernoToday è in caricamento