menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assenteisti al Ruggi, i licenziati scrivono al Ministro Orlando

Gli ex lavoratori dell’ospedale di via San Leonardo non accettano la perdita del posto di lavoro in seguito alle indagini della Procura di Salerno, mentre altri lavoratori hanno pagato un prezzo molto meno caro

Lettera aperta al ministro della Giustizia, Andrea Orlando, da parte dei sette lavoratori del “Ruggi” licenziati per assenteismo lo scorso 13 gennaio dall’Azienda ospedaliera universitaria (grazie al sistema di videosorveglianza e alle indagini si è scoperto che i medici dopo aver timbrato il loro cartellino, uscivano dalla struttura per andare a fare passeggiate, shopping o altro ndr). Gli ex lavoratori dell’ospedale di via San Leonardo, infatti, non accettano la perdita del posto di lavoro in seguito alle indagini della Procura di Salerno, mentre altri lavoratori hanno pagato un prezzo molto meno caro: la missiva è stata consegnata ieri pomeriggio in Prefettura, in Procura e al “Ruggi”.

E così, cogliendo l'occasione di un convegno cui prenderà parte anche il Ministro, presso il Tribunale di Salerno, il 24 giugno, vogliono rendere noto ad Orlando i casi di altri dipendenti rimasti impuniti. Secondo i lavoratori licenziati ci sarebbe stata disparità di trattamento rispetto ad altri colleghi coinvolti nell'inchiesta: parte di questi ultimi sono stati reintegrati sul posto di lavoro. "Se anziché ricevere un provvedimento restrittivo di sospensione cautelare di un anno dal lavoro, fossimo stati colpiti con provvedimenti di arresti domiciliari, oppure coinvolti in scaldali di mazzette, dopo 15 giorni, revocati i provvedimenti, saremmo già stati al lavoro", hanno sottolineato.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento