Tunnel sotterranei per mettere a segno furti tra Salerno, Napoli e Caserta: sgominata la banda, 11 nei guai

Circa 70 Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno, supportati da quelli del Comando Provinciale di Napoli, hanno eseguito l’ordinanza applicativa di misure cautelari

Un momento della conferenza

Avevano dato vita ad una associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti negli esercizi commerciali: sono finite nei guai 11 persone nel salernitano. Stamattina, circa 70 Carabinieri di Salerno, supportati da quelli del Comando Provinciale di Napoli, hanno eseguito l’ordinanza applicativa di misure cautelari nei loro confronti, emessa dal GIP del Tribunale di Nocera Inferiore su richiesta della Procura della Repubblica.

I dettagli

I carabinieri di Casoria (Na), insieme ai militari del reparto territoriale di Nocera Inferiore, supportati da quelli del Comando provinciale partenopeo, hanno eseguito la misura cautelare nei confronti degli 11 responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti aggravati a danno di negozi, nonchè di tentata rapina aggravata. Il provvedimento scaturisce da una articolata indagine coordinata dalla Procura della Repubblica e condotta dai carabinieri. E' stato, dunque, possibile accertare l'esistenza di un gruppo criminale, con base a Poggioreale, dedito alla commissione di furti presso esecizi commerciali nelle province di Salerno, Napoli e Caserta, secondo un rituale modus operandi, alias scavando gallerie sotterranee, o utilizzando condotte fognarie, per raggiungere le attività prese di mira e, quindi, per effettuare un foro nel pavimento dei locali del negozio di turno ed accedervi in orari notturni, mettendo a segno il colpo. L'indagine è iniziata dopo un furto in una gioielleria di Nocera.

I furti accertati

Il gruppo, dunque, risulta responsabile di 4 furti di merce, in prevalenza abbigliamento, per un valore di 340mila euro, messi a segno tra febbraio 2015 e marzo 2016, nonchè di 10 tentativi di furto tra aprile e maggio 2016 e di una tentata rapina ai danni del Crai del centro commerciale Pini di Casoria avvenuta il 12 ottobre del 2015 e non portata a termine solo grazie all'intervento dell'addetto alla vigilanza.

I provvedimenti

E' stato anche possibile sequestrare le attrezzature per scavare i tunnel. Dunque, sei dei 12 indagati sono stati condotti presso il carcere di Napoli-Poggioreale ed altri 3 sono finiti ai domiciliari, mentre per due persone è scattato l'obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento