Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Scandalo assunzioni all'università: indagati Bianchi e Tommasetti

I vertici dell'ateneo salernitano sono accusati dalla Procura della Repubblica di abuso d'ufficio e falso nell'ambito delle indagini su una gara d'appalto affidata alla società milanese Lavorint

Dopo lo scandalo assunzioni scoppiato nelle ultime settimane all’università degli studi di Salerno la Procura di Nocera Inferiore ha deciso di vederci chiaro. E per questo - rivela La Città -  nel fascicolo d’indagine che riguarda l’assunzione a tempo determinato di personale tecnico-amministrativo da destinare all'apertura pomeridiana delle biblioteche dell'ateneo, adesso spuntano i primi indagati. Tra di essi due sono eccellenti: il Rettore Aurelio Tommasetti e il direttore generale Attilio Bianchi, firmatari degli attei propedeutici e dell’aggiudicazione dell’appalto per 660 mila euro alla società milanese Lavorint Spa. 

Ma nella lista degli indagati  vi sarebbero anche altri dirigenti del Campus situato nel comune di Fisciano. Le accuse ipotizzate contro di loro sono abuso d'ufficio e falso
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo assunzioni all'università: indagati Bianchi e Tommasetti
SalernoToday è in caricamento