Auditorium e Teatro Verdi, il sindaco contro M5S: "Nemici di Salerno"

Il primo cittadino Enzo Napoli, a margine della conferenza di presentazione della stagione di prosa, ha parlato di "polemiche sterili", ha difeso la gestione del teatro "virtuosa e trasparente". Il governatore della Campania Vincenzo De Luca non ha lesinato stoccate

Auditorium

Auditorium, Teatro Verdi, polemiche e chiarimenti a muso duro. A margine delle conferenze stampa di presentazione della stagione di prosa e del Premio Charlot, il sindaco di Salerno Enzo Napoli e il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca hanno replicato alle accuse rivolte nelle ultime ore "da denigratori, persone non mosse dalla passione, a differenza nostra". Il primo passo verso "il definitivo chiarimento, nel rispetto dei ruoli e delle posizioni e per amore della verità" lo ha compiuto il primo cittadino. "Ho incontrato la dottoressa Battista, direttrice del Conservatorio, per fare giustizia di una serie di incomprensioni alimentate ad arte - ha spiegato Napoli - Auditorium a disposizione del Conservatorio concordando con il Conservatorio quanto c'è da concordare. E' stato un confronto leale e di sinergica collaborazione: non è vero che non vogliamo dare l'Auditorium ma associamo il Teatro Verdi all'Auditorium, che è una cosa diversa". 

Il massimo cittadino

A proposito di Teatro Verdi, il sindaco di Salerno ha duramente replicato alle accuse di Meetup Amici di Beppe Grillo. Attraverso una nota stampa, i consiglieri regionali M5S Gennaro Saiello e Michele Cammarano avevano attaccato Palazzo di Città: “31 milioni di fondi del Comune di Salerno, 15 milioni dalla Regione Campania, circa 2 milioni versati dal ministero per le Attività culturali. E’ il totale dei fondi pubblici erogati negli ultimi otto anni per il teatro Verdi di Salerno, i cui conti continuano a risultare miseramente in rosso. Un onere incredibile a fronte di un incasso al botteghino che copre non oltre il 15% del totale dei fondi pubblici e ad una dotazione quasi del tutto nulla di attrezzature ed abiti di scena, puntualmente noleggiati dallo stesso Comune di Salerno su indicazione del direttore artistico. La vicenda è già oggetto di un esposto alla Procura della Repubblica di Salerno, presentata dagli attivisti del locale Meetup, e nei prossimi giorni sarà all’attenzione della Commissione speciale Trasparenza, durante la quale ascolteremo in audizione la giunta regionale e i vertici del teatro Verdi". Immediata la replica del sindaco di Salerno Enzo Napoli: "Ci rimproverano di non aver costituito un Ente lirico, poi ho ascoltato parole in libertà su Oren. L'assenza di un Ente lirico-teatrale non è un limite ma un vanto per la nostra amministrazione: la nostra gestione è sempre stata in economia, non abbiamo stipendi da erogare né consigli di amministrazione da sostenere. Quale confusione? Di cosa parlano? Noi trasparenti, le carte sono a disposizione. Noi siamo mossi dalla passione. Mi dispiace che Meetup non abbia la nostra stessa passione ma ce ne faremo una ragione. Noi lavoriamo per Salerno. Altri, invece, sono nemici di Salerno"

L'ironia di De Luca

Il governatore della Regione Campania non ha risparmiato stoccate. L'assist è arrivato al momento di elencare non solo gli eventi culturali più importanti per la provincia di Salerno, ma anche quelli da organizzare a breve scadenza. "Dobbiamo organizzare il Festival dell'Essere, un momento di riflessione filosofica, legandolo a Velia e alla Magna Grecia. Poi è ovvio che se fai il Festival dell'Essere, pure il più sprovveduto fa fatica a dire uno vale uno: non è che il primo tanghero che arriva possa essere paragonato a Kant...". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento