Aule fredde all'Istituto Focaccia, gli studenti al gelo

Diverse classi sarebbero al freddo per un problema legato agli orari di accensione e spegnimento dei termosifoni. La dirigente ha comunicato il problema ai tecnici, chiedendo una risoluzione immediata

All'Istituto Tecnico Tecnologico "Basilio Focaccia" di Salerno, gli studenti battono i denti per il freddo a causa di un problema legato allo spegnimento dei termosifoni, sulle quali ha competenza la Provincia. In una recente intervista concessa a Salerno Today, il presidente della Provincia, Strianese, e il dirigente del settore patrimonio ed edilizia scolastica, ingegnere Lizio, hanno fatto il punto sulle criticità riscontrate negli istituti scolastici di Salerno e provincia ed assicurato monitoraggio costante.

I disagi

Il problema nello specifico riguarderebbe la Sede Centrale e i plessi distaccati a Via Monticelli Alto e Via Pio XI. Il dirigente scolastico, tuttavia, ha allertato i tecnici preposti nell'immediatezza per risolvere quanto prima le difficoltà venutesi a creare nelle varie classi. La comunicazione sarà inoltrata anche alla Provincia, competente a riguardo, sugli orari di accensione e spegnimento dei termosifoni. Il problema del freddo nelle scuole ha interessato, nelle settimane precedenti, diversi istituti del comprensorio salernitano. Dove i sindaci, quando hanno le competenze, hanno provveduto ad accendere i termosifoni anche giorni prima dell'inizio dell'anno scolastico, dopo le feste dell'Epifania. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Concorso per OSS a Salerno, annunciate anche oltre 500 assunzioni di medici e amministrativi

  • Centro commerciale La Fabbrica: lavoratori pronti allo sciopero

  • Maximall di Pontecagnano: arriva "Mondo Convenienza", nuovi posti di lavoro

  • Caso sospetto di Coronavirus a Battipaglia: esito negativo, allarme cessato

Torna su
SalernoToday è in caricamento