Arrivano 30 migranti ad Auletta, il sindaco Pessolano: "Tutti a protestare"

Il primo cittadino, tramite la sua pagina Facebook, critica la Prefettura per il mancato avviso dell'arrivo dei nuovi richiedenti asilo. Annunciato un consiglio comunale straordinario

In vista del nuovo sbarco di migranti nel porto di Salerno, esplode la polemica nel comune di Auletta per l’arrivo di 30 richiedenti asilo. Ad alzare la voce è il sindaco Pietro Pessolano: “L’arroganza della Prefettura non ha limiti. Senza neanche informarmi e contro ogni legge in materia – scrive sulla sua pagina Facebook -  ho appreso che a brevissimo arriveranno gli ospiti a Lontrano: gli immigrati. Invito tutti, con estrema urgenza, a recarsi a Lontrano per una protesta democratica e pacifica dove ho convocato un consiglio comunale straordinario sul suolo pubblico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune di Auletta non è contro l’accoglienza dei migranti. Anche perché, nei giorni scorsi, ha dato il via libera all’apertura di uno Sprar. Ciò che, invece, contesta è che il loro trasferimento sia stato deciso dalla Prefettura senza informare prima il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, Mondragone tra risse e feriti: alcuni bulgari in fuga verso il salernitano

  • "Salerno non è turistica: ha solo la fortuna di essere tra 2 costiere", la amara denuncia di un lettore

  • Siano grida al miracolo, la Madonna "appare" in chiesa: parla il sindaco

  • Paziente infetta dimessa dall'ospedale: blitz dei carabinieri a Polla

  • Svuotava le slot machine con il trucco del "pesciolino": arrestato 19enne salernitano

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

Torna su
SalernoToday è in caricamento