Auletta, immigrato aggredisce la moglie e tenta di strangolare i figli

L'episodio di violenza si è verificato all'interno di un centro di accoglienza situato nella frazione di Lontrano. Su quanto accaduto indagano i carabinieri

Momenti di tensione, ieri sera, in un centro di accoglienza situato in località Lontrano ad Auletta, dove un 33enne originario del Sudan ha aggredito prima la moglie e poi ha cercato di strangolare i suoi due figli piccoli. Ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati i gestori della struttura, che hanno prontamente allertato il 118.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto sono giunte le ambulanze, che hanno trasportato la donna e i due bambini all’ospedale “Luigi Curto” di Polla. Le loro condizioni di salute non sono gravi. Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri della locale Stazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, Mondragone tra risse e feriti: alcuni bulgari in fuga verso il salernitano

  • "Salerno non è turistica: ha solo la fortuna di essere tra 2 costiere", la amara denuncia di un lettore

  • Siano grida al miracolo, la Madonna "appare" in chiesa: parla il sindaco

  • Paziente infetta dimessa dall'ospedale: blitz dei carabinieri a Polla

  • Svuotava le slot machine con il trucco del "pesciolino": arrestato 19enne salernitano

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

Torna su
SalernoToday è in caricamento