Auletta, sindaco assolto dall'accusa di abuso di ufficio: il fatto non sussiste

Il decreto di nomina fu ritenuto illegittimo dall’allora segretario comunale: da qui la denuncia alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti

Assolto con formula piena dal Tribunale di Lagonegro, il sindaco di Auletta, Pietro Pessolano. La vicenda riisale al 2013: il primo cittadino era accusato di abuso d’ufficio per aver conferito un incarico ad un dipendente comunale come responsabile dell’Area Amministrativa, dopo che il dipendente precedente era andato in pensione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La decisione

Il decreto di nomina fu ritenuto illegittimo dall’allora segretario comunale: da qui la denuncia alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti. Dopo quattro anni, la chiusura del caso perché il fatto non sussiste. Archiviata, infine, la pratica della Corte dei Conti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a San Cipriano Picentino, uomo si impicca nel cimitero

  • Torna lo spettro del Covid-19 a Salerno città, la denuncia del Comitato San Francesco e l'appello di Polichetti

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Covid-19: positiva una dipendente bancaria a Salerno

  • Covid-19 alla gelateria Buonocore, il titolare: "Abbiamo chiuso per tutelare i clienti"

  • Covid-19, altri 7 contagi in Campania: i dati del bollettino

Torna su
SalernoToday è in caricamento