Aumenti Unico Campania, l'assessore Vetrella: "Sospenderli immediatamente"

Intanto, il presidente del Collegio dei Liquidatori della Cstp, Mario Santocchio smentisce la voce secondo cui l'azienda si sarebbe servita di consulenze d’oro

Indignato, l'assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella, per gli indiscriminati aumenti della tariffa integrata “UnicoCampania”, scattati dal primo aprile. Denuncia una mancata consultazione "con gli organi deputati alla determinazione della politica tariffaria regionale", l'assessore che ha provveduto a diffidare gli interessati a sospendere tali aumenti, riservandosi di "avviare ogni sorta di azione a tutela degli interessi collettivi".

Intanto, il presidente del Collegio dei Liquidatori della Cstp, Mario Santocchio smentisce la voce secondo cui l'azienda si sarebbe servita di consulenze d’oro: “La nostra azienda – ha precisato - non ha affidato alcuna consulenza d’oro. La nostra gestione è stata sempre ed è tuttora improntata sul principio della trasparenza e sui criteri del risparmio e del contenimento dei costi. E’ vero che le spese legali rappresentano una voce imponente del nostro bilancio, ma è un dato inevitabile per un’azienda costretta a costituirsi in giudizio per una serie di contenziosi, alcuni avviati dai nostri stessi dipendenti".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La treccia dorata di Melissa consegnata ai genitori: fissati i funerali della 16enne, i primi riscontri degli esami

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Luci d'Artista 2019/2020: l'inaugurazione fissata per il 15 novembre, le novità sui parcheggi

  • Melissa, è il giorno del dolore: i compagni cambiano l'aula

  • Furto di energia elettrica e carenze igieniche in un locale di via Leucosia: titolare arrestato, chiuso la "Praca DoSol"

Torna su
SalernoToday è in caricamento