Scafati, tenta di baciare due volte la domestica: condannato per violenza sessuale

La vicenda si consumò a Pagani nel 2012 e vede protagonista un uomo di 50 anni, di Scafati. L'impianto accusatorio ha retto davanti al collegio del tribunale di Nocera Inferiore, che ha inflitto in primo grado la condanna per violenza continuata

Tentò di baciarla per due volte, afferrandola da dietro e bloccandone ogni movimento. Con l’accusa di violenza sessuale continuata, è stato condannato ad un 1 anno e 3 mesi un 50enne di Scafati. La vicenda risale all’estate del 2012: l’imputato fu denunciato da una donna, in rapporti stretti con la zia di lui, presso la quale svolgeva di tanto in tanto anche servizi domestici. Due gli episodi messi insieme dai carabinieri. Per due volte, in due giorni differenti, l’uomo avrebbe tentato di baciarla con forza, nonostante la sua resistenza. Spaventata, la vittima raccontò tutto alla zia dell’uomo e ad una giovane nipote. Queste ultime due, durante le indagini e come verbalizzato dai carabinieri, forse temendo conseguenze penali per il parente, ridimensionarono l’accaduto dicendo che era stata invece proprio la donna a provocarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’intera storia si consumò in un contesto familiare complicato, con scambi di accuse e vincoli familiari non meglio precisati. La stessa vittima raccontò ai carabinieri che - nonostante fossero diversi i nipoti che andavano a trovare quella zia - lei non aveva mai visto quel 50enne in vita sua. Il tentativo di baciare la donna fu giustificato dall’uomo come un «semplice saluto». I carabinieri raccolsero testimonianze discordanti, oltre a quella della vittima, inviando poi tutto alla Procura di Nocera Inferiore. Le accuse, tuttavia, hanno retto davanti al collegio presieduto dal giudice Rossetti, decretando la condanna in primo grado ad 1 anno e 3 mesi per violenza sessuale nei confronti dell’uomo. Nel suo casellario giudiziale non sarà menzionato il reato, vista l’attenuante dell’esiguità del fatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento