menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estate in spiaggia, parla il presidente balneari: "Abbiamo limitato i danni"

Alfonso Amoroso, delegato provinciale, traccia un "bilancio agrodolce" delle vacanze salernitane. Le cause: "Partenza in ritardo, terrore della mascherina"

"Ci hanno aiutato i weekend ed i giorni a cavallo di ferragosto. Abbiamo limitato i danni ma non abbiamo ricavato un congruo utile. Il nostro bilancio è agrodolce". Alfonso Amoroso, presidente provinciale del sindacato balneari, racconta l'estate "a singhiozzo" degli stabilimenti salernitani. Lo fa durante una pausa "dei lavori di smontaggio". Sulla litoranea Costa Sud, infatti, è cominciata una parziale rimozione delle strutture, "perché - dice Amoroso - non possiamo rischiare anche la beffa di una improvvisa mareggiata autunnale e quindi abbiamo cominciato a staccare alcune strutture complesse, in attesa di dichiarare poi conclusa la stagione balneari, negli stabilimenti, il 15 settembre".

Le difficoltà

Amoroso si sofferma sulle "difficoltà ampiamente annunciate tra maggio e giugno, quando dicemmo che avremmo pagato dazio all'incertezza dei mesi di preparazione alla stagione balneare. Mentre venivano predisposti gel in zone di passaggio e docce a turni nei lidi, dicemmo anche che sarebbe stato necessario venirsi incontro vicendevolmente per salvare la stagione estiva. Dopo le ordinanze regionali, abbiamo adeguato i nostri stabilimenti alle norme anti-Covid ma non è stato ovviamente possibile recuperare il tempo perduto, per cause di forza maggiore". Conclude: "Il terrore della mascherina ha condizionato l'afflusso anche dei clienti storici. Era nelle nostre previsioni riuscire a recuperare almeno le spese e ci siamo riusciti. Abbiamo mantenuto in vita le nostre attività e dato lavoro ai dipendenti. Questo è sicuramente il dato positivo. Il nostro turismo, però, non va confuso con l'esodo verso le mete cilentane, intramontabili. E' un turismo diverso, fatto anche di clienti storici, gli habitué. Al tempo del Covid, si è assottigliata questa fetta di clientela".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ordinanze e zone: Speranza ha firmato, la Campania da lunedì è rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento