rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Cronaca Cava de' Tirreni

Bimbo granata minacciato a Cava, il sindaco Napoli: "Episodio grave"

Il messaggio alla famiglia: "Sarò felice, se il bambino ed i suoi familiari lo vorranno, averli accanto come miei ospiti in occasione della prima partita della Salernitana nella prossima stagione"

Un abbraccio fortissimo al bambino tifoso della Salernitana ed ai suoi familiari rimasti vittime di un'aggressione a Cava. Un abbraccio affettuoso da padre e da sindaco della città di Salerno”. Lo dichiara il primo cittadino Vincenzo Napoli dopo essere venuto a conoscenza delle minacce subite da un ragazzino di soli 12 anni e dalla sua famiglia in un negozio di Cava de' Tirreni da parte di alcuni bulli. In particolare, il giovane è stato intimidito soltanto perchè indossava una mascherina ed una maglia della Salernitana. 

L'amarezza e l'invito del sindaco 

Per Napoli, “l'episodio è gravissimo, la responsabilità dei bulli aggressori è evidente. Confido che saranno individuati e puniti adeguatamente. Sono assolutamente consapevole che si tratta di un esiguo manipolo di sconsiderati che nulla hanno a che vedere con la civilissima città di Cava e con la vera tifoseria metelliana. Sarò felice, se il bambino ed i suoi familiari lo vorranno, averli accanto come miei ospiti in occasione della prima partita della Salernitana nella prossima stagione. Viva lo sport! Abbasso la violenza. Macte Animo”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo granata minacciato a Cava, il sindaco Napoli: "Episodio grave"

SalernoToday è in caricamento