menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vestiti sporchi e squarciati: le "donazioni" a La Banca degli Abiti, intanto si cercano volontari

La banca abiti sita in via Gramsci, presso la chiesa della Medaglia Miracolosa, aiuta i bisognosi locali, collabora con missioni in Africa, sostiene i volontari che operano in carceri e ospedali

"Scarpe inutilizzabili, pantaloni squarciati, calzini non più rammendabili, vestiti sporchi e puzzolenti ancora di sudore (quando ci va bene). Così è composto l'80% delle donazioni che arrivano alla banca degli abiti". La denuncia arriva dagli stessi volontari di Venite Libenter, l'associazione capitanata da Rossano Braca che gestisce il servizio di raccolta e smistamento di abiti per i meno abbienti. "Non credo che sia solidarietà ma non riesco ancora a trovare il nome adatto", ha osservato amareggiato lo stesso Braca.

La ricerca di volontari

Intanto, la stagione fredda è in arrivo e l'associazione Venite Libenter fa appello a tutte le persone di buona volontà per partecipare alle operazioni di selezione e preparazione dei pacchi di abiti, scarpe, vestiti.

La banca abiti sita in via Gramsci, presso la chiesa della Medaglia Miracolosa, aiuta i bisognosi locali, collabora con missioni in Africa, sostiene i volontari che operano in carceri e ospedali. Non chiede alcun  contributo economico ma solo qualche ora alla settimana di disponibilità. "Questo lavoro straordinario durerà fino a Natale... Si può fare! Non è una raccolta di abiti ma di uomini e donne", ha osservato il presidente Rossano Braca. Chiunque fosse disponibile ad aiutarli, può contattare tramite Facebook la Banca degli Abiti di Salerno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento