Bancarotta fraudolenta e malversazione ai danni dello Stato: sequestro pari a quasi 2 milioni

E' stata accertata la commissione di reati fallimentari da parte di C.F. e C.N., industriali salernitani attivi nel settore edile e nella gestione di strutture ricettive, attraverso società fallite

Bancarotta fraudolenta e danno patrimoniale: finiscono nei guai, due imprenditori salernitani del settore edile e turistico. Sono stati sequestrati, infatti, beni immobili, quote societarie e rapporti bancari per un ammontare complessivo di 1.758.558,72 euro. Grazie all'indagine della Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza presso la Procura di Nocera Inferiore, è stata accertata la commissione di reati fallimentari da parte di C.F. e C.N., industriali salernitani attivi nel settore edile e nella gestione di strutture ricettive, attraverso le società fallite Archi Glass Service Srl, la Faro Srl, la Frama Srl ela Fidesa Srl, quest'ultima riconducibile alla famiglia Forino, sul cui suolo fu edificato l'albergo amministrato dagli indagati, le cui vicende già furono oggetto di approfondimento nell'ambito delle indagini della DDA di Salerno, sulla base di dichiarazioni rese dai collaboratori di giustizia Antonio e Rosario Forte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini

Nel corso delle indagini, culminate con il sequestro, è emerso che C.F. e C.N., il primo liquidatore e il secondo socio ed amministratore di fatto della società fallita (beneficiaria di un contributo ministeriale di 1.821.431, 82 per un progetto da realizzare con un dipartimento universitario), per procurarsi un ingiusto profitto, hanno effettuato versamenti a favore di altre società con un diverso oggetto sociale  e da loro controllate. Oltre al denaro versato, sono stai distratti dall'attivo fallimentare, anche attrezzature e beni materiali per un totale di 1.758.558, 72 euro. Dagli accertamenti, dunque, è stata scoperta la mancata destinazione dei fondi ricevuti al fine prestabilito, accusando i due, oltre che di bancarotta, anche del reato di malversazione ai danni dello Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Covid-19: in aumento i positivi in Campania, 23 nuovi contagi

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Sorpresa nel Cilento, avvistato lo yacht "T.M Blue One” di Valentino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento