rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Salerno Pulita nel mirino dell'opposizione: interrogazione

Con una interrogazione a risposta scritta e orale, i gruppi d'opposizione si rivolgono al sindaco di Salerno, Enzo Napoli e chiedono di sospendere il bando: "Danno erariale"

Salerno Pulita nel mirino dei gruppi consiliari Forza Italia e Attiva Salerno. Con una interrogazione a risposta scritta e orale, i gruppi d'opposizione si rivolgono al sindaco di Salerno, Enzo Napoli, e per conoscenza al segretario generale di Palazzo di Città, al revisore dei conti, al Collegio sindacale di Salerno Pulita e al presidente dell'ANAC, Raffaele Cantone.

Chiedono "quanto abbia speso annualmente Salerno Pulita negli ultimi tre esercizi per il lavaggio degli automezzi adibiti alla raccolta dei rifiuti, a quanto ammonti la spesa per il lavaggio di una singola vasca estivatore, di una singola cabina estivatore, di una singola cabina tre assi, di una singola vasca tre assi, di una singola cabina quattro assi, di una singola vasca quattro assi". Infine chiedono "se non si ritenga “anomalo” e in ogni caso poco conveniente il capitolato speciale della gara, sia per l’importo posto a base di gara, sia per i vincoli che penalizzano fortemente la possibilità di concorrenza, utile a far acquisire all’azienda indubbi vantaggi economici". I gruppi consiliari chiedono di sospendere il bando per evitare eventuali danni erariali a carico della Società e, di conseguenza, dei contribuenti salernitani.

A quale bando ci si riferisce? La Salerno Pulita, lo scorso 3 novembre, ha pubblicato sul proprio sito internet il bando di gara per l’affidamento del servizio di lavaggio autoveicoli aziendali, con scadenza 5 dicembre. L’importo complessivo a base di gara per l'affidamento biennale è di 850mila euro oltre l'IVA e al netto degli oneri aziendali in materia di salute e sicurezza sui luoghi del lavoro. I gruppi consiliari d'opposizione definiscono "stringenti i requisiti previsti per chi volesse concorrere, non favorendo la concorrenza e rendendo difficile una larga ed opportuna partecipazione alla gara". Infine ritengono che l’importo complessivo a base d’asta appaia "assolutamente ed inopinatamente esagerato, se si considera che lo stesso rappresenta oltre l’1% dell’intera TARI accertata dal Comune di Salerno". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno Pulita nel mirino dell'opposizione: interrogazione

SalernoToday è in caricamento