Si fingono carabinieri e rapinano di soldi ed effetti personali due giovani

Due uomini, di Sarno e Fisciano, saranno processati dal tribunale di Nocera Inferiore per essersi finti militari, nel luglio scorso, costringendo due ragazzi di Baronissi ad essere perquisiti e poi derubati di soldi e oggetti personali

Si finsero carabinieri per rapinare due giovani di soldi ed effetti personali. Ora dovranno difendersi dalle accuse di sostituzione di persona e rapina. I fatti si svolsero a Baronissi e vedono protagonista un giovane di Sarno, A.S. e R.S. , di Fisciano. Era il 10 aprile scorso quando i due, esibendo un finto tesserino, costrinsero le due vittime ad una perquisizione "così da incutere loro timore e coartarne la volontà", facendosi consegnare i loro portafogli con dentro un totale di circa 200 euro. Poi si allontanarono con la scusa di dover verificare l’autenticità della patente di guida di uno due ragazzi tratti in inganno. Le due vittime si trovavano sulle scale, seduti, intenti a chiacchierare. Il tutto avvenne nei pressi del convento di San Francesco, a Baronissi, di notte. Alle 21.50. La procura di Nocera ha ottenuto per entrambi la fissazione del processo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento