rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

LiberArti "invade" la città, Bastian Contrari contro lo sgombero

Sono scesi in piazza con tamburi, colori e giochi per portare al centro cittadino un assaggio delle interessanti attività svolte al centro sociale di via degli Uffici Finanziari, da dove stanno per essere sgomberati

Lo hanno ristrutturato e ammobiliato contando sulle loro sole forze, nate dalla voglia di esprimere liberamente la propria vena artistica e creativa e lo hanno reso un luogo accogliente, culla ideale per ospitare le attività e i corsi che tengono settimanalmente. Sono i Bastian Contrari di Salerno che, a seguito dell'avviso di sgombero dalla struttura di via degli Uffici Finanziari, trasformata dagli stessi giovani in un vero e proprio centro sociale, sabato pomeriggio sono giunti al centro cittadino, "armati" dei loro attrezzi da laboratorio. Colori, birilli, manifesti, giochi e non solo, infatti, hanno caratterizzato il corteo dei Bastian Contrari che, partendo da piazza Vittorio Veneto, hanno percorso Corso Vittorio Emanuele per poi esibirsi in piazza Portanova.

Coinvolgendo i bambini nelle loro attività creative, i giovani hanno inteso dare dimostrazione di ciò di cui sono capaci: arte e creatività. Due ingredienti, questi ultimi, scelti per fronteggiare chi non intende permetter loro di continuare a frequentare la struttura di via degli Uffici Finanziari. "Prima che arrivassimo noi, la struttura era in pessime condizioni e a frequentarla erano solo topi  - racconta un ragazzo che ha preso parte al corteo - Oltre a riqualificare la struttura da un punto di vista strutturale, i Bastian Contrari la hanno anche riempita di contenuti, promuovendo corsi di artigianato, cucito, giocoleria, e sport per migliorare l'equilibrio mente-corpo".

"La protesta è in difesa del nostro spazio sociale, ripulito dal più totale degrado e restituito alla città, senza volere in cambio nulla, tranne il riconoscimento del fatto che le nostre attività artistiche e politiche costituiscono la reale alternativa sociale alla monotonia delle amministrazioni e alla crisi del sistema. - incalzano altri giovani - Non vogliamo assistere e subire l'ennesimo sgombero di uno spazio sociale per vederlo di nuovo ridotto ad una gran discarica". A prender parte alla colorata manifestazione, anche le note dei musicisti della Murga Los Espantapajaros che hanno entusiasmato i presenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LiberArti "invade" la città, Bastian Contrari contro lo sgombero

SalernoToday è in caricamento