Aggredì e minacciò di morte moglie e figlio: arrestato 47enne a Battipaglia

Il pregiudicato, di nazionalità straniera, è stato ammanettato e rinchiuso nel carcere di Salerno. A seguito di una condanna, deve scontare due anni di reclusione

Un pregiudicato straniero di 47 anni è stato arrestato, ieri, dagli agenti della Polizia del Commissariato di Battipaglia a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa a seguito di una condanna per maltrattamenti di famiglia.  

Il fatto

Nel 2017 l’uomo, ubriaco, durante una lite familiare, maltrattò la moglie ed il figlio minorenne all’interno della loro abitazione. In particolare, li minacciò di morte colpendoli con calci e pugni, procurando ad entrambi varie lesioni. Inizialmente, l’Autorità Giudiziaria ha disposto l’allontanamento dalla casa familiare, con provvedimento di urgenza, contestuale denuncia e successiva condanna da parte del Tribunale di Salerno alla pena di due anni. Per questo il 47enne è stato rintracciato dai poliziotti e rinchiuso nella casa circondariale di Fuori dove sconterà la pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento