rotate-mobile
Cronaca Battipaglia

Battipaglia, giovane clochard da oltre un mese in attesa della sepoltura

L'appello dell'ex assessore Lambiase agli assessori delle politiche sociali: "E' urgente che si provveda a dare civile sepoltura al ragazzo"

Era un ragazzo senza fissa dimora, che viveva a Salerno, assistito dalla Caritas. Ricoverato per un malore all'ospedale di Battipaglia, morì il 27 maggio scorso. Sono trascorse 5 settimane ed il giovane giace ancora nell'obitorio del nosocomio in attesa di sepoltura.

L'appello 

A rendere pubblica questa storia è l'ex assessore Gianpaolo Lambiase che lancia un appello alle istituzioni: “Credo che la burocrazia e le ambigue normative vigenti che "rimbalzano" responsabilità tra più Enti, hanno costretto fino ad oggi la povera salma a rimanere in obitorio". Per il politico "è urgente che si provveda a dare civile sepoltura al ragazzo! Conosco sensibilità ed impegno degli assessori De Roberto e Giugliano ai Servizi sociali dei Comuni di Salerno e Battipaglia. Sono sicuro che si faranno personalmente carico del problema!” conclude Lambiase.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battipaglia, giovane clochard da oltre un mese in attesa della sepoltura

SalernoToday è in caricamento