rotate-mobile
Cronaca Battipaglia

Battipaglia, presentato il nuovo calendario della raccolta differenziata

Obiettivo del nuovo calendario: “Ridurre la quantità di rifiuto secco indifferenziato da conferire presso lo Stir"

Nuovo calendario della raccolta differenziata a Battipaglia. La presentazione ufficiale questa mattina nella sala conferenze “Domenico Vicinanza” di Palazzo di Città. Il nuovo calendario entrerà in vigore il 25 luglio.

Cosa cambia

Fra le novità la raccolta doppia per quanto riguarda il mltimateriale (martedì e venerdì), mentre il giovedì, in maniera alternata, ci sarà la raccolta del secco residuo indifferenziato e del vetro. Invariati i giorni della raccolta dell’umido (lunedì, mercoledì e venerdì), così come la raccolta di carta e cartone (il sabato). Gli indumenti usati si conferiranno il secondo mercoledì di ogni mese all’esterno dell’abitazione o del condominio. La raccolta dei pannolini e pannoloni avverrà a domicilio previa compilazione di un modulo scaricabile sul sito albaecologia.org. Obiettivo del nuovo calendario: “Ridurre la quantità di rifiuto secco indifferenziato da conferire presso lo Stir riducendo, di conseguenza, anche i costi di smaltimento e gli oneri per i cittadini". 

L'assessore all'Ambiente

“Abbiamo necessità di migliorare la raccolta differenziata e quindi le quantità dei materiali riciclabili – ha sottolineato l’assessore all’Ambiente, Vincenzo Chiera -.  La gerarchia che abbiamo utilizzato nella pianificazione è quella della UE che prevede la prevenzione del rifiuto.  A settembre partiremo con la campagna informativa nelle scuole per informare i ragazzi, quindi attraverso loro, anche le famiglie sulla necessità di ridurre gli sprechi alimentari, di ridurre la formazione dei rifiuti. Il 90% dei rifiuti è costituito da organico, rifiuti indifferenziati e multimateriale. Un primo intervento che abbiamo fatto come Amministrazione è quello di ridurre alcuni costi di conferimento con alcune soluzioni che sono state la scelta di passare all'impianto di Eboli per il compostaggio ad esempio. Questa scelta ha comportato dal primo gennaio una sensibile riduzione dei costi.  Il 40% di materiali che troviamo nell'indifferenziato sono imballaggi. Una semplice constatazione del fatto che se vogliamo abbattere quel 40% dobiamo recuperare quei materiali che ora non vengono recuperati. Avremo così il 40% in meno di rifiuti da smaltire con costi sensibilmente ridotti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battipaglia, presentato il nuovo calendario della raccolta differenziata

SalernoToday è in caricamento