Cronaca

Battipaglia, raid contro la sede di Fratelli d'Italia: la solidarietà dei vertici

Qualcuno, probabilmente di notte, ha forzato la porta di accesso ed inserito della colla nella serratura

Atto vandalico contro la sede di Fratelli d’Italia in via Solferino a Battipaglia. Qualcuno, probabilmente di notte, ha forzato la porta di accesso ed inserito della colla nella serratura. I componenti del direttivo cittadino, che dovevano svolgere una riunione, hanno dovuto chiamare un fabbro per poter entrare. “Non è chiaro se si tratti di un’azione mirata contro il nostro partito o di un semplice scherzo di cattivo gusto. Tuttavia – spiegano dal circolo battipagliese del partito di Giorgia Meloni - azioni simili in città non si vedevano dagli anni Settanta. Nonostante tutto, non ci siamo scoraggiati e abbiamo rimandato la riunione alla prossima settimana. Questo episodio è un chiaro segnale dell’odio politico. Questo non ci fermerà, resteremo uniti e determinati per perseguire i nostri obiettivi”. 

La solidarietà

Immediata la condanna del senatore e commissario regionale Antonio Iannone: “Solidarietà al circolo di Fratelli d'Italia di Battipaglia per il raid vandalico alla propria sede: forzatura della porta di accesso e presenza di colla nella serratura. Le forze dell'ordine sapranno certamente svolgere al meglio le indagini per assicurare alla giustizia chi ha compiuto questo vile gesto”. La deputata Imma Vietri: "Esprimo la mia solidarietà al Circolo di Fratelli d'Italia di Battipaglia (Salerno) per il raid vandalico contro la propria sede. Si tratta di un vile gesto - non il primo nella nostra Nazione contro una sezione locale di FdI - che testimonia ancora una volta un clima di intolleranza verso la nostra comunità, ma dal quale sicuramente dirigenti e militanti battipagliesi non si faranno intimidire. Auspico - conclude Vietri - che i responsabili vengano al più presto individuati dalle forze dell'ordine e puniti  Il dirigente cittadino Michele Gioia: "Non è una gioielleria, non una banca...è semplicemente la sede di un partito politico al cui interno ci sono solo bandiera gadget e manifesti. Chi ha compiuto questo atto miserabile, lo ha fatto evidentemente, con la consapevolezza di creare un danno ad un partito per il quale non prova simpatia. La dialettica politica, anche aspra, non può mai nutrirsi di odio, volgarità e gesti vandalici che qualificano nel modo peggiore possibile chi li compie...noi vorremmo vedere emergere il confronto su programmi e visioni e non certamente l’odio per gli avversari. Sei...o siete...dei codardi! Questa sede la teniamo aperta autotassandoci...così come ci autotassiamo per qualsiasi evento...così come ci autotasseremo per riparare i danni provocati da uno o più miserabili codardi. Giusto per informarvi...la denuncia è stata fatta...!". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battipaglia, raid contro la sede di Fratelli d'Italia: la solidarietà dei vertici
SalernoToday è in caricamento