menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bellizzi, trovate due pistole pronte all'uso dentro il muro di un palazzo del centro

A Montecorvino Rovella i militari della locale stazione hanno tratto in arresto un pregiudicato, F. DV. di 54 anni. L'uomo finì già in manette dell'operazione Mouse Trap

Irruzione dei carabinieri della stazione di Bellizzi in una corte condominiale di un palazzo del centro della città. In una intercapedine ricavata in un muro esterno al palazzo, i militari hanno trovato due pistole repliche di armi vere opportunamente modificate e rese idonee allo sparo. Si tratta di una pistola semi automatica calibro 7,65 e di una pistola semi automatica calibro 6,35. Insieme alle armi, perfettamente efficienti, e pronte all’uso, anche il munizionamento. Trenta le cartucce, cal. 6,35 e 7,65 trovate in uno scatolo vicino alle pistole.

In queste ore i carabinieri diretti dal maresciallo Macrì stanno svolgendo le indagini per accertare l’utilizzo al quale erano destinate le armi (forse una rapina o un vero e proprio agguato nei confronti di esponenti della criminalità locale) e, soprattutto, chi ne sarebbe stato l’utilizzatore. In corso anche accertamenti, con la collaborazione con la compagnia di Battipaglia, per individuare l’officina presso la quale le armi sono state rese idonee allo sparo. Un espediente spesso utilizzato dalla criminalità per avere la disponibilità di armi. Basta la semplice sostituzione della canna delle pistole cd “repliche di armi vere”, volgarmente definite giocattolo, il cui acquisto è sottratto a qualsiasi forma di autorizzazione, per avere a disposizione un’arma vera e propria.

Intanto a Montecorvino Rovella i militari della locale stazione hanno tratto in arresto un pregiudicato, F. DV. 54 enne. L'uomo, già arrestato nel blitz dei carabinieri  di Battipaglia denominato mouse trap che portò in carcere, nell’ottobre 2010, numerosi esponenti di una consolidata organizzazione criminale dedita allo spaccio di stupefacenti, è stato attinto dall’ordine di carcerazione per scontare la pena residua. Resterà in carcere per i prossimi sei mesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento